Pallet nuovi: guida a scelta e costi

Come scegliere i pallet in legno

Il legno è un materiale ecologico, resistente all’usura e riciclabile, e per questo resta ancora oggi il preferito quando si tratta di realizzare pallet per la movimentazione delle merci. Inoltre, è un ottimo isolante e rende più semplice il lavoro delle persone che si occupano del buon funzionamento del magazzino.

Quale bancale impiegare dipende da una serie di fattori che devono tenere conto non solo della tipologia di merce da spedire, ma anche delle condizioni di viaggio che deve affrontare e della sua destinazione finale.

Molti paesi richiedono, infatti, che i pallet in transito o in arrivo siano conformi alla norma ISPM15 FAO che assicura l’eliminazione di organismi nocivi come i parassiti. Di conseguenza, i bancali andranno sottoposti all’apposito trattamento HT che porta il cuore del legno a una temperatura di 56°C per circa trenta minuti, proprio per eliminare completamente la presenza di uova e larve di insetti. L’utilizzo di bancali in legno marchiati e trattati secondo questo standard non è obbligatorio per le spedizioni INTRA-UE ad eccezione di quelle provenienti dal Portogallo.
Alcune tipologie di merci deperibili e particolarmente sensibili al problema della muffa, inoltre, richiedono un’essiccazione preventiva del legno per evitare contaminazioni, soprattutto quando i pallet restano stoccati a lungo in container e magazzini dove non è presente il corretto ricircolo dell’aria.

Facilità di spostamento e dimensioni: i pallet su misura per ogni condizione

Per rendere più agevole la movimentazione quando si utilizzano mezzi come muletti e transpallet, i bancali in legno nuovi o usati comprendono, solitamente, soluzioni a due o a quattro vie. Nel primo caso il bancale può essere inforcato solo su due lati ed è particolarmente adatto quando si desidera stoccare le merci sugli scaffali o in presenza di magazzini verticali.

La soluzione a 4 vie, invece, rende i pallet più adatti agli spostamenti del carico anche negli spazi ristretti, grazie alla possibilità di inforcarli su tutti i lati, garantendo un’ottima stabilità quando vengono posati direttamente a contatto con il terreno.

Oltre alle modalità di carico, un’altra caratteristica che guida la scelta dei pallet nuovi è sicuramente la loro dimensione. I formati standard comprendono bancali di 1.200 x 800 mm, di 1.200 mm x 1.000 mm e di 1.000 mm x 1.200 mm. Le aziende il cui export è legato soprattutto agli Stati Uniti possono optare per i cosiddetti pallet americani, facili da manovrare, robusti e dalla misura di 1020 × 1220 mm, ottimizzata per il trasporto dentro a container più grandi rispetto a quelli europei.

Framar | Bancali Legno | Milano

Esistono, inoltre, gli half pallet da 800 × 600 mm, sempre più popolari per alimentari e prodotti farmaceutici perché permettono di spedire carichi più piccoli e possono essere impiegati anche come display nel punto vendita, riducendo lo spazio a magazzino.

Quanto costano i pallet in legno nuovi?

Il costo dei bancali in legno nuovi dipende da formato, tipologia di legno e trattamenti ai quali vengono sottoposti e che permettono ai pallet di affrontare anche i viaggi più impegnativi senza danneggiarsi o, peggio ancora, danneggiare le merci che contengono.

A influenzare il prezzo è, ovviamente, anche la richiesta di bancali nuovi su misura, che vengono progettati a partire da specifiche necessità del cliente per rispondere alle esigenze di trasporto più particolari. Se desiderate toccare con mano l’ottimo rapporto qualità-prezzo dei pallet Framar e conoscere meglio il listino aggiornato, vi invitiamo a richiedere un preventivo gratuito contattando la sede di Cormano (Milano) allo 02 6151320, oppure inviando una mail a info@framarpallets.com.